METTI UNA SERA AL CINEMA CGS DOSCO VERBANIA METTIUNASERAALCINEMA.IT - METTI UNA SERA AL CINEMA - CGS DON BOSCO VERBANIA

Vai ai contenuti
Martedi 25 ottobre 2022
Martedi 29 novembre 2022
Martedi 18 ottobre 2022
Martedi 11 ottobre 2022
Martedi 8 novembre 2022
Martedi 15 novembre 2022
Martedi 13 dicembre 2022
Martedi 20 dicembre 2022
Martedi 6 dicembre 2022
Martedi 17 gennaio 2023
Martedi 24 gennaio 2023
Martedi 10 gennaio 2023
Martedi 7 febbraio 2023
Martedi 14 febbraio 2023
Martedi 31 gennaio 2023
Martedi 28 febbraio 2023
Martedi 7 marzo 2023
Martedi 21 febbraio 2023
Martedi 21 marzo 2023
Martedi 28 marzo 2023
Martedi 14 marzo 2023
Martedi 18 aprile 2023
Martedi 2 maggio 2023
Martedi 4 aprile 2023
NOTE IMPORTANTI SULLA RASSEGNA METTI UNA SERA AL CINEMA 33  2022-2023
        
Organizzazione:  Cinecircolo Giovanile Socioculturale Don Bosco Verbania
 
Denominazione:  METTI UNA SERA AL CINEMA 33  (scarica qui il programma)
Durata: Dal 11 ottobre 2022 al 2 maggio 2023  2022 -


Il costo della TESSERA  ASSOCIATIVA  e' di 60,00 € per 24 serate

3 turni :  Turno A ore 17:15  -   Turno B ore 19:30   -  Turno C ore 21:30
RASSEGNA RISERVATA UNICAMENTE agli ASSOCIATI  - INGRESSO CONSENTITO SOLO con MASCHERINA FFP2

La prenotazione (gratuita) del posto (valido per tutta la rassegna!)  sara' operativa ON LINE dal 29.09.2022 dalle ore 09:00

Modalita' di prenotazione : clicca sul bottone del turno scelto,  poi nella nuova pagina che si aprira' ,clicca su REGISTRATI e infine SCEGLI IL TUO POSTO su 'ACQUISTA SULLA MAPPA' che troverai sulla destra della pagina (disabilita il posto proposto e scegli il tuo sulla piantina),  MAX 2 PRENOTAZIONI per volta.  scarica qui la cartina

Le Tessere ASSOCIATIVE verranno consegnate e PAGATE previa presentazione della PRENOTAZIONE nei giorni 5 / 6 / 7 ottobre dalle ore 17:00 alle ore19:00 presso l'AUDITORIUM de IL CHIOSTRO

Il posto assegnato sara' sempre lo stesso per tutta la durata della Rassegna
Prenotazione sul sito www.mettiunaseraalcinema.it

Tutti gli spettacoli andranno in scena nel rispetto dei protocolli di Legge per la sicurezza (del pubblico,  del personale addetto) che sono o saranno previsti. La Direzione si riserva il diritto di apportare al programma quelle variazioni che per motivi tecnici o di forza maggiore si rendessero necessarie. Di ogni eventuale variazione verrà data ampia e tempestiva comunicazione.


scarica qui il programma
11 OTTOBRE  - SETTEMBRE – regia di Giulia Steigerwalt   
 
Genere Commedia - durata 110 minuti
 
Giulia Steigerwalt, attrice, sceneggiatrice e ora anche regista, debutta nel lungometraggio di finzione con Settembre, commedia romantica corale delicata e poetica, costellata di gesti minimi e di piccole rivoluzioni interiori.
 
 
18 OTTOBRE  -  C’MON C’MON – regia di Mike Mills   
 
Genere Drama - durata 108 minuti
 
C’mon C’mon racconta la storia dell'artista Johnny(Joaquin Phoenix), un giornalista noto per i documentari e le interviste rilasciate in radio. Quando si ritrova costretto a prendersi cura del giovane nipote Jesse (Woody Norman),  Johnny decide di partire col piccolo in uno dei suoi viaggi, che li porterà da Los Angeles a New York e poi New Orleans. Durante l'itinerario, i due stringeranno un legame del tutto inaspettato, nonostante Jesse abbia un carattere molto difficile e suo zio non sia disposto a parlare di se stesso.
 
 
25 OTTOBRE   -  ALCARRAS – regia di Carla Simon
 
Genere Drama - durata 120 minuti
 
Nella campagna assolata della Catalogna, la famiglia Solé vive e coltiva da decenni un vasto frutteto che gli era stato offerto dopo la guerra civile dai proprietari, i Pinyol. Un gesto d'onore a ricompensa di un aiuto cruciale, ma mai siglato con documenti ufficiali. I Solé si ritrovano perciò impotenti quando furgoni carichi di pannelli solari arrivano sui terreni, pronti a riconvertire il frutteto ed eliminare l'unica attività che la famiglia abbia conosciuto.
 
 
8 NOVEMBRE  -  NOSTALGIA – regia di Mario Martone
 
Genere DRAMMATICO  - durata 117 minuti
 
Dopo molto tempo trascorso fra il Libano e l'Egitto Felice, diventato imprenditore benestante, torna a Napoli, la città dove ha vissuto fino ai 15 anni. Sua madre Teresa, "la sarta migliore del Rione Sanità", abita in un basso, e accoglie a braccia aperte quel figlio che credeva perduto per sempre. A poco a poco Felice riprende contatto con un mondo che aveva messo forzatamente da parte e incontra Don Luigi, un prete che combatte la camorra cercando di dare un futuro ai giovani del rione. Ma Felice ha anche bisogno di ricongiungersi con Oreste, amico fraterno e compagno di scorribande adolescenziali, che della camorra è diventato un piccolo boss. E a nulla valgono i consigli ad andarsene da Napoli e dimenticare quell'amicizia pericolosa: come se fosse possibile, lasciarsi alle spalle una città che ti è entrata per sempre nel cuore.
 
15 NOVEMBRE  -   UN EROE – regia di Asghar Farhadi
 
Genere Drama  - durata 127  minuti
 
Rahim Soltani ha contratto un debito che non può onorare. Per questa ragione sconta da tre anni la pena in carcere. Separato dalla moglie, che gli ha lasciato la custodia del figlio, sogna un futuro con Farkhondeh, la nuova compagna che trova accidentalmente una borsa piena d'oro. Oro provvidenziale con cui 'rimborsare' il suo creditore. Rahim pensa di venderlo ma poi decide di restituirlo con un annuncio. La legittima proprietaria si presenta, l'oro è reso e il detenuto promosso al rango di eroe virtuoso dall'amministrazione penitenziaria che decide di cavalcare la notizia, mettendo a tacere i recenti casi di suicidio in cella. Rahim diventa improvvisamente oggetto dell'attenzione dei media e del pubblico.
 
 
29 NOVEMBRE - MARCIA SU ROMA – regia di Mark Cousins
 
Genere Documentario  - durata 97 minuti
 
Mark Cousins ripercorre le cause e le tappe di quel momento storico attraverso materiali dell'Istituto Luce e film dell'epoca come A noi! di Umberto Paradisi. Un documentario su Roma, sull'Italia e sul fascismo che si interessa alla semiotica e alla psicologia dei simboli che li pervadono. Lo firma Mark Cousins, voce fuori dal coro, autore sui generis, che i più conoscono per la serie-fiume sulla storia del cinema The story of film.
 
 
6 DICEMBRE - TRA DUE MONDI – regia di Emmanuel Carrère
 
Genere Drama  - durata 106  minuti
 
Caen, Normandia. Marianne si è appena trasferita nella cittadina costiera da cui partono i traghetti per l'Inghilterra. Il marito l'ha lasciata per una donna più giovane e lei cerca lavoro come domestica. All'ufficio di collocamento, nei training center e poi sui luoghi di lavoro incontra altre domestiche, in particolare la giovane Marilou e la madre single Christelle, con cui lega facilmente. Le tre donne accetteranno un lavoro a bordo di un traghetto: un incarico ingrato, sporco e faticoso, affrontato da un gruppetto di lavoratori e lavoratrici che provengono da storie di emarginazione economica e sociale, ma che sanno fare squadra tra loro e darsi una mano a vicenda.
 
 
13 DICEMBRE - LUNANA : IL VILLAGGIO ALLA FINE DEL MONDO – regia di Pawo Choyning
 
Genere  Drama  - durata 110  minuti
 
Un giovane insegnante del Bhutan moderno, che si sottrae ai suoi doveri mentre progetta di andare in Australia per diventare un cantante. Come rimprovero, i suoi superiori lo mandano nella scuola più remota del mondo, in un villaggio chiamato Lunana, per completare il suo servizio. Dopo un viaggio di 8 giorni di cammino, Ugyen si ritrova esiliato dalle sue comodità occidentalizzate.A Lunana non c’è elettricità, né libri di testo e nemmeno una lavagna. Sebbene poveri, gli abitanti del villaggio porgono un caloroso benvenuto al loro nuovo insegnante, ma lui deve affrontare lo scoraggiante compito di insegnare ai bambini del villaggio senza alcuno strumento didattico a disposizione. Preso dallo sconforto, è sul punto di decidere di tornare a casa, ma poco a poco inizia a conoscere le difficoltà nella vita degli straordinari bambini a cui insegna, tanto da sentirsi cambiato grazie alla straordinaria forza spirituale degli abitanti del villaggio.  
 
 
20 DICEMBRE  - CANTANDO SOTTO LA PIOGGIA (1952) – regia di Stanley Donen e Gene Kelly
 
Genere  Musicale  - durata 103  minuti  Restaurato in 4K nel 2022 da Warner Bros.
 
Singin’ in the Rain è nel suo insieme una forte, eloquente metafora di una condizione critica del cinema hollywoodiano. Insomma, trattando della grande crisi causata dall’avvento del sonoro, il film allude in realtà a un’atmosfera e a una problematica che si riferiscono invece a una crisi, di altra natura ma non meno preoccupante, che si sarebbe verificata vent’anni dopo.  Una pellicola nostalgica, la rivisitazione di un passato forse non molto lontano nel tempo, ma situato ad anni-luce di distanza quanto a gusto, mentalità, moda, e naturalmente anche tecnologia.
 
 
10 GENNAIO  - ALI & AVA – regia di Clio Barnard
 
Genere  Drama  - durata 95  minuti
 
Ava è un'assistente scolastica irlandese, vedova e madre di un figlio e una figlia entrambi adolescenti. Ali è un'ex dj di origini bengalesi, gestore di appartamenti con alle spalle un matrimonio doloroso. Entrambi vivono a Bradford, città industriale del West Yorkshire, profonda Inghilterra che non vede di buon occhio la loro relazione. Eppure dopo essersi incontrati e sedotti, Ava e Ali decidono di passare del tempo insieme e poco alla volta diventano una coppia. A unirli sono la musica, la passione per il ballo, la voglia rinnovata di amare e trovare qualcosa di romantico nelle rispettive vite.
 
 
17 GENNAIO  -  LA DOPPIA VITA DI MADELLEIN COLLINS – regia di Antoine Barraud
 
Genere Thriller - durata 102  minuti
 
Judith Fauvet, traduttrice per organizzazioni internazionali, divide la sua vita tra la Francia e la Svizzera, tra Judith e Margot, tra il marito borghese e il giovane compagno, tra due figli adolescenti e una bambina di pochi anni. Judith o Margot, gestisce tutto alla perfezione, i viaggi come le bugie, le telefonate segrete come gli eventi mondani. Ma un giorno qualcosa si inceppa e rivela i limiti della menzogna. Le due identità, accuratamente separate, mettono in crisi la sua unicità. Niente è come appare, nemmeno Judith, nemmeno Margot.
 


 
24 GENNAIO – Per la Giornata della Memoria
 
QUEL GIORNO TU SARAI – regia di Kornél Mundruczò
 
Genere DRAMMATICO - durata 97  minuti
 
Piombati nell'inferno concentrazionario tre soldati polacchi provano a lavare l'impossibile. A turno gettano secchi d'acqua sul pavimento, insieme spazzano con vigore le pareti fino a rimuovere dall'intonaco ciocche di capelli intrecciati come un enigma. Poi un grido sorge da quel luogo sotterraneo dove la morte inghiottiva in massa. È il pianto vivo di Eva. Anni dopo, il trauma di quella bambina, sopravvissuta alla Shoah, passa come una maledizione a sua figlia, Lena, che ha un figlio adolescente e una vita senza pace, e poi al nipote, Jonas, che vive con la madre a Berlino e si innamora per scongiurare le aggressioni razziste di un nuovo secolo. Tre esistenze, la stessa famiglia marcata dalla Storia.
 
 
31 GENNAIO  -  DANTE – regia di Pupi Avati
 
Genere Biografico - durata 94  minuti
 
Il film vede Boccaccio impegnato nella stesura del "Trattatello in Laude di Dante" e, durante la scrittura, ripercorre la vita del padre della lingua italiana, soffermandosi sugli eventi che maggiormente hanno segnato la sua esistenza. È il 1321 quando Dante muore a Ravenna, lontano dalla sua patria, Firenze. Partendo da Firenze, diretto a Ravenna, il poeta del Decameron ripercorre parte del cammino fatto da Dante negli ultimi anni del suo esilio.
Durante il tragitto verso il monastero di Santo Stefano degli Ulivi, Boccaccio ha modo di incontrare diverse persone più o meno vicine a Dante, tra cui chi lo ha accolto durante l'esilio, chi, invece, lo ha allontano e, infine, la figlia del poeta. È in questo modo che il Boccaccio viene a conoscenza di maggiori dettagli della vita di Alighieri e riesce a ricostruire la sua esistenza e a narrare la storia del sommo poeta fino ai posteri.
 
 
7 FEBBRAIO  -  FIRE OF LOVE – regia di Sara Dosa
 
Genere Documentario - durata 93  minuti
 
Sono stati fortunati, Katia e Maurice Krafft. Nati entrambi in Alsazia dopo la Seconda guerra, si innamorano fin da piccoli dei vulcani, prima ognuno per conto proprio, per poi condividere per una vita la stessa passione. Lui, dopo aver visto da piccolo Stromboli; lei, l'Etna. Incontratisi nel 1966, si sposeranno quattro anni dopo, andando in luna di miele a Santorini, in quanto sede di un'antica eruzione vulcanica. Decideranno di non avere figli ma di viaggiare in tutto il mondo per osservare paesaggi naturali inesplorati e studiare a distanza ravvicinata i vulcani e i loro misteri, con una precisa idea comune su come utilizzare il proprio passaggio terrestre ("Katia e io ci siamo appassionati alla vulcanologia perché eravamo delusi dall'umanità", dichiarò Maurice). Filmeranno ogni loro spedizione, apportando nuove conoscenze per la comunità scientifica, alla quale non sono integrati, e soprattutto agli amministratori dei territori a rischio eruzione, suggerendo procedure di evacuazione. Fino al 1991, quando la forza del Monte Unzen, in Giappone, non li sorprenderà.
 
 
14 FEBBRAIO  - CLOSE – regia di Lukas Dhont
 
Genere Drammatico  - durata 105  minuti
 
Due tredicenni, Leo e Rèmi, vivono la loro preadolescenza condividendo momenti di gioco e momenti di riflessione. Il loro ingresso nella scuola superiore fa sì che i nuovi compagni inizino a manifestare il sospetto che la loro sia non solo un'amicizia ma una relazione sentimentale. Questo finirà per creare una certa distanza che si risolverà in una situazione destinata a lasciare una traccia profonda.
 
 
21 FEBBRAIO  - ONE SECOND – regia di Zhang Yimou
 
Genere Drama - durata 105  minuti
 
Negli anni della Rivoluzione Culturale, Zhang evade dal campo di lavoro forzato e vaga per il deserto per raggiungere un villaggio dove in un cinema, assieme al film Eroic Sons and Daughters, viene abbinato il cinegiornale di propaganda numero 22 in cui compare, anche solo per un secondo, l'immagine della figlia che non lo vuole più vedere dopo che è stato arrestato. Poco prima della proiezione la pellicola viene rubata da una ragazzina, l'orfana vagabonda Liu, che ha bisogno della celluloide per costruire la lampada al fratello più piccolo. Zhang, dopo aver assistito al furto, la insegue. Perde la pizza, la recupera e la perde ancora. Al villaggio intanto un pubblico molto numeroso è in attesa di assistere allo spettacolo serale organizzato dal proprietario e proiezionista del cinema, chiamato "Mr. Film", che è visto come una divinità e si considera una figura essenziale all'interno del Partito.
 
 
28 FEBBRAIO  -SCIUSCIA’ – regia di Vittorio De Sica Restaurato in 4K
 
Genere Drama - durata 93  minuti
 
Vita di strada, riformatorio e fuga di due piccoli lustrascarpe romani. De Sica e Zavattini, ruvidezza ancora intrisa di guerra, pedinamento fiabesco. Capolavoro d'umanesimo neorealista. Ignorato dal pubblico in Italia, vinse l’Oscar per il miglior film straniero. "Erano i giorni che sapete. E io pensavo: adesso sì che i bambini ci guardano! Erano loro a darmi il senso, la misura della distruzione morale del paese" (Vittorio De Sica).
 
 
7 MARZO  - UNA MADRE UNA FIGLIA – regia di Mahamat-Saleh Haroun
 
Genere Drammatico - durata 88  minuti
 
A N'Djamena, capitale del Ciad, niente è facile per le donne, soprattutto per Amina che alleva una figlia adolescente da sola. Non ha un marito Amina e non ne vuole. Ragazza madre, che ha rifiutato di piegarsi alle convenzioni, ha pagato a caro prezzo (l'esclusione dalla sua famiglia) il suo desiderio di indipendenza. Per assicurare un avvenire a Maria, Amina lavora duro, smontando pneumatici da cui estrae un filo metallico che ricicla intrecciando cestini. Panieri artigianali che poi vende per strada, battendo sul tempo la concorrenza ed eludendo le attenzioni morbose di un vicino di casa, che vorrebbe sposarla, e la predica dell'imam, che non approva il suo nubilato.
 
 
14 MARZO  -  IL SIGNORE DELLE FORMICHE – regia di Gianni Amelio
 
Genere Drammatico - durata 130  minuti
 
Provincia di Piacenza, anni Sessanta. Aldo Braibanti è un intellettuale con un gran seguito tra i giovani, che frequentano la sua "factory" dove si recita, si creano installazioni artistiche, si scrivono poesie. Fra i suoi adepti c'è Riccardo, che sogna di essere apprezzato dal suo maestro ma che da lui riceve solo critiche. Un giorno Riccardo porta con sé il fratello Ettore, che ha scovato una di quelle formiche che Braibanti, anche mirmecologo, colleziona in una teca. E l'intellettuale dimostra subito gratitudine e stima verso quel ragazzo intelligente e gentile. Ma anche un'attrazione, presto reciprocata dal ragazzo, che gli costerà lalibertà e la carriera: perché Braibanti è anche un omosessuale dichiarato.
 
 
21 MARZO  -  GLI  ORSI NON ESISTONO – regia di Jafar Panahi
 
Genere Drama - durata 106  minuti
 
L'ultimo film (per prevedibili almeno sei anni) del pluripremiato regista. Una strada e una coppia. Lui ha procurato per lei un passaporto falso per consentirle di espatriare ma quando la donna apprende che non partiranno insieme rifiuta di lasciarlo. Uno "Stop" ci informa del fatto che si tratta di una scena di una docufiction  che Jafar Panahi sta cercando di dirigere a distanza da un villaggio in cui il segnale è estremamente precario. Ma anche la vita in quel luogo è precaria.
 
 
28 MARZO  -  SICCITA’ – regia di Paolo Virzì
 
Genere Commedia - durata 124  minuti
 
Da troppo tempo non piove a Roma e come le piante, uomini e donne si sono inariditi. Antonio, in prigione per aver ucciso la sua compagna, non contempla più la libertà, Loris, chauffeur impiegato un tempo nella pubblica amministrazione, parla coi suoi cari fantasmi, Alfredo, attore in panne, è ossessionato dai social, Mila, sua moglie, risolleva l'economia familiare lavorando in un supermercato, Sara, dottoressa a tempo pieno, individua un nuovo 'male', Luca, avvocato marito di Sara, è in crisi con la moglie e si consola con Mila, Giulia, infermiera alla prima gravidanza, aspetta da sempre il ritorno del padre, Raffaella, consorte tradita, cerca da sempre il consenso del padre... i loro destini si incrociano nella capitale che aspetta la pioggia e guarda avanti. Per migliorarsi o forse per lasciare tutto com'era.
 
 
4 APRILE  -  LE BUONE STELLE – regia di  Kore’eda Hirokazy  
 
Genere Drama - durata 129  minuti
 
A Busan, la giovane madre in difficoltà So-young decide di lasciare il figlio appena nato nella "baby box" di un ospedale. A intercettare il pargolo sono però Sang-hyun e Dong-soo, che gestiscono un'attività clandestina di contrabbando di bambini per i quali cercano i genitori giusti, nonché i migliori offerenti, in tutto il paese. Dopo aver convinto la madre che sia la scelta migliore per il futuro del piccolo Woo-sung, il gruppetto inizia il viaggio ignaro che sulle loro tracce ci siano la poliziotta Su-jin e la giovane collega Lee, determinate ad arrestare i criminali dopo averli colti sul fatto.
 
 
18 APRILE  –  LOVE LIFE  – regia di  Koji Fukada
 
Genere Drama - durata 129  minuti
 
Taeko vive felicemente con il giovane sposo Jiro e il piccolo Keita, nato da una relazione precedente. Tutto ciò che desidera è l’approvazione di suo suocero, che stenta ad arrivare. Un incidente domestico riscrive però improvvisamente la vita di Taeko e di chi le sta vicino e determina il ritorno del padre biologico di Keita, Park, di cui la donna non aveva notizie da anni. Love Life ci restituisce un documento interessante sul Giappone contemporaneo, aprendoci le porte di realtà quotidiane poco viste e di personaggi “normali” che si ritrovano ad essere portatori di trasformazioni più grandi di loro.
 
 
2 MAGGIO   – FLEE – regia di Jonas Poher Rasmussen  
 
Genere ANIMAZIONE - durata 89  minuti
 
Amin Nawabi è un accademico danese trentenne di origine afghana. Facendo ricorso all'animazione, il film segue la sua vita nel presente - la relazione col fidanzato, l'ambizione professionale, la difficoltà ad avere una vita stabile - e ascolta dalla sua voce il passato a lungo taciuto: l'infanzia in Afghanistan nel 1984, l'arresto del padre, la guerra civile dopo la ritirata dell'Urss, la fuga a Mosca nei primi anni '90 con madre, fratello e due sorelle, un viaggio della speranza verso la Svezia e una deportazione, le attese infinite e poi, infine, l'arrivo in Danimarca con una storia familiare inventata come sola condizione per essere accettato in quanto rifugiato... Chi è veramente Amin? E come riuscirà a fare i conti con la sua storia familiare?
 

ISTRUZIONI PER PRENOTARE IL POSTO
Passo 1 :  SELEZIONARE IL BOTTONE DEL TURNO SCELTO  e cliccare su REGISTRATI



Passo 2: Clicca su Acquista sulla Mappa
quindi posizionati sulla mappa e deseleziona (cliccandoci sopra) il posto proposto (quello in bianco)
e con la rotellina del mouse allarga o restringi  la vista della sala e con il mouse ti sposti nei vari settori




Passo 3:  scegli il o i 2 posti desiderati (cliccando una volta sul posto scelto che se selezionato correttamente si colora di bianco )



Passo 4: quindi clicca su Continua e inserisci i tuoi dati (Nome , Cognome, Mail ,Telefono sono campi obbligatori)
e concludi con il bottone Registrati
Ricordati di mettere il flag sul consenso ....   



Passo 5:  a questo punto riceverai la mail di conferma  con il numero del posto!
Bravo/a!!!
© 1987-2022 METTI UNA SERA AL CINEMA CGS DON BOSCO Codice Fiscale 93010840036
Torna ai contenuti